Chirurgia d’eccellenza: Il professor Franco Roviello sfida le patalogie tumorali gastro-intestinali

Chirurgia d’eccellenza: Il professor Franco Roviello sfida le patalogie tumorali gastro-intestinali
mayo 06 15:18 2017

Il Professor Franco Roviello, casagiovese di origine, operativo da diversi anni a Siena e medico di rilevanza internazionale per la sua grande esperienza nel settore della chirurgia oncologica con apprendimento delle tecniche chirurgiche classiche integrate con le moderne conoscenze di oncologia, radioterapia e biologia molecolare, si conferma ancora come eccellenza del settore chirurgico oncologico. Il suo è da sempre stato un approccio alternativo alla medicina basato principalmente sulla ricerca, quale nucleo principale delle nuove conquiste in campo scientifico e da diverso tempo sta affrontando anche le patologie oncologiche legate all’apparato gastro-intestinale con trattamento tradizionale, laparoscopico o robotico.

A capo dell’Uoc Chirurgia Generale ad indirizzo Oncologico dell’ospedale di Siena, il dottor Franco Roviello chiarisce che: “É un tipo di chirurgia che può essere fatta solo in centri di alta specializzazione, in base a specifici criteri regionali e nazionali relativi ai volumi di attività, perchè il trattamento del paziente oncologico è multidisciplinare e richiede una presa in carico totale del paziente, dal suo ingresso in ospedale fino al follow up, grazie all’attività svolta dal Gom (Gruppi Oncologici Multidisciplinari), in cui ogni caso viene esaminato collegialmente e dal Coro (Centro Oncologico di Riferimento Dipartimentale) che assiste il paziente durante tutto il suo percorso di cura”.

Il prof. Franco Roviello rappresenta un punto di riferimento per coloro che scientificamente si approcciano alla biologia molecolare, alla chirurgia oncologica e ancor più alla ricerca traslazionale, avvalendosi di un’equipe medica impegnata nella ricerca clinica oncologica con studi prospettici e trial clinici nazionali ed internazionali. “Stiamo lavorando come unico centro italiano coordinatore, insieme all’Università di Goteborg, per identificare nuovi marcatori tumorali gastro-intestinali tramite un semplice prelievo di sangue”.

Oltre al trattamento dei tumori gastro-intestinali, però, le statistiche rivelano un numero sempre più crescente di pazienti inseriti anche in programmi di trattamento delle malattie tumorali del seno, confermando il grande impegno della Regione Toscana in termini di investimento strutturale in campo medico-sanitario, garantendo così anche aperture verso la sperimentazione, come nel caso della chirurgia robotica.

Vivi Casa Giove

  Categorie: