Console d’Italia a Caracas – Dott.ssa Carmen Taschini

Console d’Italia a Caracas – Dott.ssa Carmen Taschini
marzo 13 19:18 2017

Carmen Taschini é la nostra Console d’Italia a Caracas. Gio­vane, dallo sguardo brillante, sempre in movimento. Da un anno in Venezuela, come tutti gli italiani, spegne l’aria accondizionata per go­dere del clima che offre Caracas, ne troppo caldo, ne freddo. La Dott.ssa Taschini, ci accoglie con la gentilezza delle persone che sanno avvicinarsi alla gente.

La Console si é laureata in Scienze Politiche presso l’Universitá di Roma Tre ed ha un Master in Studio Diplo­matici conseguito in Spagna. Termi­nato il Master, ha lavorato col Servizio Italiano per l’ Organizzazione interna­zionale, preparandosi per il concorso diplomatico. Ha svolto attivitá di tra­duzione ed interpretariato, e ha vinto il concorso diplomatico nel 2013. Due anni dopo, nel 2015, ha scelto Cara­cas come destinazione.

Lavorare in Venezuela é la sfida in­trapresa da Carmen Taschini, Console italiano presso il Consolato Generale d’Italia a Caracas. Dopo un breve in­contro con la Console, intercambian­do idee ed opinioni sull’organizzazione del pranzo di natale in Consolato, sia­mo riusciti ad incontrarla e le abbiamo posto qualche do­manda in merito alle sue esperienze passate e ai suoi progetti futuri.

Quando le ho chiesto cosa pen­saba della vita a Caracas, la Dott. ssa. Taschini ha risposto che ha scelto di venire in Venezuela per scoprire e tocca­re con le proprie mani, una realtá poco conosciuta dagli italiani in Ita­lia. Per la Console la vita a Caracas é complicata, forse piú complessa di quanto si aspetta­se, ma la Dott.ssa Taschini, arrivata nel mese di ottobre del 2015, gode delle bellezze naturali che offre la capitale del Venezuela: colori esube­ranti e paesaggi che non smentisco­no la fama che hanno i tropici.

Per quanto riguarda la sua attivitá in Consolato, la Console svolge funzioni varie: dalla assistenza ai connazionali, la gestione di tutta la macchina del Con­solato, compreso la gestione del perso­nale e la soluzione dei problemi che bisogna affronta­re: nuove sfide, cambiamenti, ma anche la gestione contabile di emer­genze nella circo­scrizione di compe­tenza del Consolato di Caracas.

L’ufficio Asistenza, una prioritá per la Console

Tutti i Consolati Italiani, dice la Dott.ssa. Taschini, hanno l’ufficio Assistenza, ma in Venezuela é for­se una delle prioritá perché le con­dizioni socioeconomiche di molti connazionali sono precarie. L’Ufficio Assistenza offre assistenza medica e farmaceutica ai connazionali piú bi­sognosi. Sotto diversi profili come il sussidio directo e il sussidio indirec­to- servendosi di enti privati l’Ufficio Assistenza cerca di adeguarsi alla re­altá del Venezuela in maniera effet­tiva, no simbólicamente, ma con dei contributi reali e tangibili.

L’intervista si conclude con un saluto insistendo sull’idea di un Con­solato che cerca la maniera di ad­dattasi alla crisi del paese, ma con la consapevolezza e l’intenzione di migliorare in tanti aspetti, i servizi offerti dal Consolato.

Grazia Mesumeci

  Categorie: